"La missione della Chiesa è animata da una spiritualità di continuo esodo

Si tratta di "uscire dalla propria comodità e avere il coraggio di raggiungere 

tutte le periferie che hanno bisogno della luce del Vangelo" (Esort. ap. Evangelii gaudium, 20). 

La missione della Chiesa stimola un atteggiamento di continuo pellegrinaggio 

attraverso i vari deserti della vita, 
attraverso le varie esperienze di fame e sete di verità e di giustizia. 

La missione della Chiesa ispira una esperienza di continuo esilio
per fare sentire all’uomo assetato di infinito 

la sua condizione di esule in cammino verso la patria finale.

La missione dice alla Chiesa che essa non è fine a sé stessa, 
ma è umile strumento e mediazione del Regno. 

Una Chiesa autoreferenziale, che si compiace di successi terreni, 

non è la Chiesa di Cristo, suo corpo crocifisso e glorioso. 

Ecco allora perché dobbiamo preferire "una Chiesa accidentata, 
ferita e sporca per essere uscita per le strade, 

piuttosto che una Chiesa malata per la chiusura 
e la comodità di aggrapparsi alle proprie sicurezze" (ibid., 49).

(Dal Messaggio del Santo Padre per la giornata missionaria mondiale 2017)

Leggi il messaggio integrale di Papa Francesco 

 Signore Gesù,
percorrendo città e villaggi
e guardando le folle con occhi di misericordia,
dicesti "la messe é molta" (Mt 9,37).
Donaci il tuo sguardo evangelico
intriso di luce di resurrezione,
solo così il vasto campo dell'umanità
ci apparirà una messe e non un deserto.
Vediamo ingiustizie,
cattiverie, indifferenze e crudeltà,
ma nel mezzo dell'oscurità
comincia sempre a sbocciare
qualcosa di nuovo,
che presto o tardi produrrà un frutto.
Ogni giorno nel mondo rinascerà la bellezza,
che risuscita trasformata
attraverso i drammi della storia
perché la tua resurrezione
non é una cosa del passato
ma contiene una forza di vita
che ha penetrato il mondo.
Noi crediamo nella forza della tua resurrezione
e che ogni evangelizzatore
è uno strumento di tale dinamismo.
Lascia che anch'io, Signore,
guardi questo campo
e questa messe con i tuoi occhi.

(Preghiera ispirata alla Esortazione Apostolica
di Papa Francesco EVANGELI GAUDIUM, n. 276)

 
Esci Home